"
Informativa estesa sui Cookie: questo sito fa uso di Cookie tecnici e di terze parti, non fa uso di Cookie di profilazione.

ACCETTO LEGGI

Smaltimento apparecchiature elettroniche

Se c´è una tipologia di rifiuti destinata ad un costante aumento, non si può non pensare ai RAEE, Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, sia domestiche che professionali.

Il loro incremento è pari al 3-5% all´anno, addirittura tre volte superiore a quello dei rifiuti normali, ed è una conseguenza diretta della sempre maggiore diffusione di questi dispositivi tecnologici, di cui ormai non si può più fare a meno e che sono alla base di ogni attività domestica e lavorativa, ma che vanno trattati, recuperati, riciclati e smaltiti in modo adeguato, al fine di tutelare l´ambiente e di limitare il più possibile il loro abbandono a cielo aperto.

Smaltimento apparecchiature elettroniche
RACCOLTA DIFFERENZIATA APPARECCHI ELETTRONICI

Smaltimento apparecchiature elettroniche
MAI IN DISCARICA!

Smaltimento apparecchiature elettroniche
STOCCAGGIO RIFIUTI RAEE

Le sostanze nocive contenute nei RAEE

Alcuni componenti di queste apparecchiature contengono sostanze non biodegradabili molto nocive per la salute dell´uomo e il loro scorretto smaltimento contribuisce in maniera importante alla contaminazione ambientale di acqua, suolo ed aria. I principali componenti tossici presenti nelle apparecchiature elettroniche sono:

Mercurio È uno dei metalli pesanti più pericolosi per la salute dell´uomo a causa della sua elevata tossicità, contenuto, tra l´altro, nei cellulari, negli apparecchi per le telecomunicazioni, sensori, interruttori ed è facilmente assimilabile tramite la catena alimentare. La sua assunzione può causare asma, riniti, congiuntiviti, danni al cervello, al sistema nervoso e mettere a rischio la vita del feto nelle donne in gravidanza.
Cadmio Contenuto in molti componenti di apparecchiature elettriche, è una sostanza cancerogena e può causare problemi a reni, alle ossa e disturbi della crescita.
Piombo È presente soprattutto nei punti di saldatura dei dispositivi elettronici ed è un metallo molto tossico, in grado di generare nell´uomo problemi anche gravi al sistema vascolare e nervoso.
Cromo esavalente È utilizzato nei componenti degli apparecchi elettrici per ridurre e ritardare la loro infiammabilità, ma è una sostanza tossica e cancerogena, soprattutto per l´ecosistema marino e di conseguenza anche per l´uomo, poiché, essendo altamente solubile, riesce a penetrare con facilità nella nostra catena alimentare tramite i pesci. Può danneggiare il DNA, provocare allergie, asma e bronchiti.
Policlorobifenili I policlorobifenili, o PCB, sono composti organici che hanno lo stesso utilizzo del cromo esavalente, per la loro capacità di ritardare gli effetti infiammanti dei componenti dei dispositivi elettronici, e le stesse caratteristiche di alta solubilità e tossicità, sia per l´uomo che per il mondo marino.
Clorofluorocarburi e Idroclorofluorocarburi L´impiego di CFC e di HCFC in genere riguarda i rivestimenti e i sistemi di refrigerazione di frigoriferi ed impianti. Lo scorretto smaltimento dei RAEE rappresenta una delle cause dell´assottigliamento della fascia dell´ozono con il quale hanno un alto grado di reattività e dell´aumento delle radiazioni ultraviolette, a loro volta causa di tumori della pelle, melanomi, patologie degli occhi, indebolimento del sistema immunitario.

Il corretto smaltimento delle apprecchiature elettroniche

Il potenziale pericolo per l´uomo e gli animali che deriva dalla contaminazione ambientale delle sostanze nocive contenute negli apparecchi elettrici ed elettronici, impone che lo smaltimento dei RAEE venga svolto in maniera specifica. Infatti, questa particolare categoria di rifiuti non va mai mischiata con i rifiuti solidi urbani, affinchè non termini la sua vita in una discarica o in un inceneritore. Lo smaltimento dei RAEE prevede particolari passaggi contemplati dal cosiddetto Sistema RAEE, che suddivide in cinque Raggruppamenti le diverse esigenze di trattamento e riciclo dei materiali contenuti nei rifiuti:

  • Raccolta differenziata dei RAEE rispetto ai rifiuti solidi urbani
  • Invio dei rifiuti RAEE in un centro appositamente attrezzato ed autorizzato per il loro trattamento, in grado di seguire le procedure ed i protocolli previsti dalla vigente normativa
  • Bonifica o rimozione dei componenti pericolosi dal resto dell´apparecchio
  • Smontaggio delle unità funzionali del singolo componente, affinchè le sostanze nocive non vengano liberate nell´ambiente
  • Recupero dei materiali riciclabili presenti nei rifiuti, finalizzato alla loro riciclabilità.

SCEGLI LA QUALITÀ

Autorizzazioni proprie, attrezzature all´avanguardia, cura del cliente.
Il miglior servizio a prezzi competitivi.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Clicca qui

Come viene svolto il servizio di smaltimento di apparecchiature elettroniche

Viste le particolari caratteristiche e l´importanza che riveste per l´ambiente la corretta gestione del trattamento di questa specifica categoria di rifiuti, la Ecof Italia ha messo a punto una procedura a norma di legge che prevede i seguenti passaggi:

Raccolta ed imballaggio delle apparecchiature elettroniche da smaltire

Dietro richiesta, il nostro personale incaricato si occuperà della raccolta del materiale da smaltire, provvedendo al suo imballo ed all´apposizione della etichettatura come previsto dalla normativa vigente.

Compilazione documentazione obbligatoria

Per ciascun intervento di smaltimento RAEE è prevista la predisposizione della relativa documentazione, come richiesto dalla normativa vigente:
- predisposizione del Formulario Idetificazione Rifiuti (F.I.R.)
- predisposizioe della scheda di sicurezza dei rifiuti
- predisposizione della scheda SISTRI
- rilascio della documentazione ambientale obbligatoria.
Tutta la documentazione menzionata verrà rilasciata come attestazione dell´avvenuto smaltimento dei rifiuti a norma di legge.
Provvederemo a caricare le apparecchiature sui nostri mezzi e qualora siano particolarmente pesanti siamo attrezzati per smontarle e ridurle in pezzi più trasportabili oppure caricarle attraverso pedane mobili.

Condizioni economiche del servizio

Specifichiamo che per ogni intervento il limite di raccolta delle attrezzature elettriche è stabilito in 10 Mc e/o 1.000 Kg.
Ai fini del calcolo del corrispettivo per ciascun intervento, verranno considerati i Kg di attrezzatture elettroniche smaltite.

Attrezzature utilizzate per lo stoccaggio e lo smaltimento delle apparecchiature elettroniche

Possiamo fornire diverse tipologie di contenitori per lo stoccaggio di apparecchiature elettroniche ed elettrice (RAEE):

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Clicca qui