Informativa estesa sui Cookie: questo sito fa uso di Cookie tecnici e di terze parti, non fa uso di Cookie di profilazione.

ACCETTO LEGGI

Smaltimento lampade al neon e tubi fluorescenti

Le lampade al neon ed i tubi fluorescenti fanno parte del raggruppamento R5 dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) corrispondente alle sorgenti luminose e sono considerati rifiuti pericolosi.
In base a questa categoria, alla fine del loro ciclo di vita i tubi catodici vanno trattati correttamente, smaltiti seguendo specifiche modalità e riciclati in base a determinate procedure, necessarie per evitare danni all’ambiente a causa delle sostanze pericolose contenute in alcuni componenti.
Nelle lampade al neon e nei tubi fluorescenti sono infatti presenti sostanze nocive come il mercurio e le polveri fluorescenti, sostanze che se gettate nelle discariche o disperse nell’ecosistema provocano ingenti danni.
Inoltre, la gestione virtuosa di questi rifiuti garantisce anche il recupero dei materiali a cui è possibile dare una nuova funzionalità.

Smaltimento lampade neon tubi fluorescenti
RICICLABILE AL 95%

Smaltimento lampade neon tubi fluorescenti
BOTTIGLIE DAL VETRO RICICLATO DEI NEON

Smaltimento lampade neon tubi fluorescenti
FRANTUMAZIONE VETRO NEON ESAUSTI

Trattamento delle lampade al neon e dei tubi fluorescenti esausti

I tubi fluorescenti esausti vanno raccolti in maniera differenziata rispetto agli altri rifiuti, utilizzando speciali contenitori ed inviati agli impianti di recupero e trattamento regolarmente autorizzati. All´interno dell´impianto, queste sorgenti luminose vengono trattate seguendo tre fasi:

  • Divisione: le fonti luminose vengono innanzi tutto suddivise in base alle caratteristiche dei componenti dei vari prodotti e raccolti in adeguati contenitori destinati al trattamento e al riciclo.
  • Frantumazione: detta anche "Crush and sieve", questa tecnologia consente di triturare i neon esausti e di separare i singoli materiali di cui sono composti.
  • Captazione: si tratta di un procedimento tramite il quale le sostanze pericolose vengono letteralmente aspirate e poi filtrate, per scindere il mercurio dalle polveri fluorescenti.

SCEGLI LA QUALITÀ

Autorizzazioni proprie, attrezzature all´avanguardia, cura del cliente.
Il miglior servizio a prezzi competitivi.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Clicca qui

Riciclo dei materiali contenuti nelle lampade al neon e tubi fluorescenti

I materiali delle sorgenti luminose che possono essere riciclati raggiungono circa il 95% dell´intero prodotto ed è così possibile reimmetterli in nuovi cicli produttivi per la realizzazione di ulteriori prodotti.

  • Vetro: rappresenta il materiale con il più alto livello di possibilità di riutilizzo commerciale, in quanto, pur avendo perso la purezza originale, una volta triturato e lavato può di nuovo essere trasformato da vari comparti industriali. L´industria vetraria ne farà bottiglie, quella edile lo trasformerà in isolanti, lana di vetro, piastrelle o per la vetrificazione della ceramica.
  • Plastica: anche questo materiale, per quanto nelle lampade sia contenuto in quantità molto inferiore rispetto al vetro, trova nuovi utilizzi nell´industria della plastica.
  • Metallo e minerali ferrosi: le piccole quantità di metallo, come l´alluminio e il rame, nonchè i minerali ferrosi che si ottengono dal trattamento dei neon esausti, possono essere reimpiegati dall´industria del ferro per la metallizzazione delle superfici e il trattamento di metalli.
  • Mercurio: teoricamente, anche il mercurio potrebbe trovare nuova vita nei cicli produttivi industriali, grazie alla sua capacità di conservare inalterate le caratteristiche originali.

Come viene svolto il servizio di smaltimento delle lampade al neon e tubi fluorescenti

Ritiro del materiale esausto

Il ritiro delle lampade, neon e tubi fluorescenti viene concordato preventivamente insieme al nostro cliente, sulla base della effettiva produzione. È comunque possibile svolgere anche ritiri "a chiamata" qualora ce ne fosse l´esigenza.
Il nostro personale incaricato provvederà al ritiro del materiale esausto, al suo imballo ed al trasporto presso discarica autorizzata allo smaltimento o recupero.

Compilazione e rilascio documentazione obbligatoria

Per ciascun intervento o ritiro dei rifiuti è prevista la predisposizione della documentazione richiesta dalla normativa vigente:
- predisposizione del modulo Formulario Identificazione Rifiuti (F.I.R.)
- predisposizioe della scheda di sicurezza per rifiuti pericolosi
- predisposizione della scheda SISTRI per rifiuti pericolosi
- rilascio della documentazione ambientale obbligatoria.
Tale documentazione certifica l´avvenuto smaltimento dei rifiuti a norma di legge.

Condizioni economiche del servizio

Il costo del servizio di smaltimento delle lampade al neon e tubi fluorescenti viene stabilito in base alla frequenza di raccolta.
È possibile sottoscrivere diversi tipi di abbonamento che prevedono una frequenza di raccolta prestabilita: mensile, trimestrale, semestrale o annuale.
In alternativa è possibile usufruire del servizio "a chiamata".
In entrambi i casi è prevista la fornitura dei contenitori in forma gratuita.

Attrezzature utilizzate per lo stoccaggio e lo smaltimento di lampade al neon e tubi fluorescenti

Per lo svolgimento del servizio vengono forniti appositi contenitori telescopici con griglia interna, per contenere senza il rischio di rottura le lampade al neon ed i tubi fluorescenti.
La capacità di ogni singolo contenitore è pari a 10 Kg e le sue dimensioni sono di 32X30X150 cm.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Clicca qui